orologi 209 - giugno 2007

L'opinione degli esperti

OMEGA SPEEDMASTER MARK IV
Ho ricevuto in regalo questo bellissimo Omega Speedmaster degli anni '70. Vorrei avere qualche informazione su anno di produzione, movimento e quotazione.
maxrolex@virgilio.it
Il modello in suo possesso è lo Speedmaster Professional Mark IV, lanciato nel 1973 ed equipaggiato con il calibro automatico 1040. La sua valutazione commerciale si attesta tra 2.500 e 3.000 euro.
Omega Speedmaster II..
TRE OROLOGI
Vorrei qualche informazione e una valutazione su tre orologi ricevuti in eredità, tutti in oro a 18 carati.
Carlos Parfait - Levate (BG)
Tra i suoi orologi figura un modello a serpentina dell'inizio dell'Ottocento, valutabile circa 1.500 euro. L'altro orologio da tasca è un IWC con cassa savonnette di grande diametro, realizzato all'inizio del Novecento, del valore di circa 1.800 euro. L'Omega da polso, infine, sembrerebbe risalire agli anni '50 del Novecento (la foto non è molto chiara), e ha una valutazione di circa 350 euro.
UN OROLOGIO DELL'INIZIO DEL NOVECENTO
Innanzitutto voglio complimentarmi con voi perché la vostra è una rivista completa e fatta davvero bene; spero che continui così. Poi vi chiedo una cortesia: il maggior numero di notizie possibili su un orologio da tasca che ha per me un grande valore affettivo.

Angelo Vito Silvestri - Turi (BA)
Il suo è un orologio anonimo risalente al 1910 circa, caratterizzato dal classico quadrante con indici a rilievo. Non è in ottimo stato - si notano vari difetti sul quadrante e sulla cassa - e ha una quotazione modesta: circa 150-200 euro.
ROSKOPF WILLE FRERES
Ho ritrovato in casa un vecchio orologio da tasca che mi è stato lasciato da mio nonno. Sarei curioso di avere qualche informazione in più sul modello, la sua storia e la valutazione. Credo sia in argento.
Nicola - nicola74@fastwebnet.it
Il suo è un classico orologio costruito mediante il sistema Roskopf, ossia con una meccanica non di prestigio, ma di ottima funzionalità, affermatasi nella seconda metà dell'Ottocento. L'esemplare in suo possesso risale all'inizio dell'Ottocento e ha una valutazione di 150-200 euro.
 
LORENZ
Vorrei una valutazione dell'orologio che mi è stato regalato per la prima comunione nel lontano 1969. Vorrei anche sapere se a Roma c'è qualche negozio che eventualmente compra orologi come questo o li permuta con modelli Rolex più recenti (ovviamente aggiungendo dei soldi).
Gianfranco - marmorabg@libero.it
Come lei già sa, la valutazione commerciale dell'orologio in suo possesso non è elevata: circa 300 euro se si tratta di una cassa d'oro. Difficile trovare un negoziante interessato all'acquisto o, addirittura, a una permuta (se di permuta si può parlare, considerando la differenza di prezzo rispetto a un Rolex!); le conviene tenerlo, oppure gestire separatamente la vendita del Lorenz e il successivo acquisto del Rolex.

VACHERON CONSTANTIN

Vi sarei grato se poteste indicarmi modello e valore approssimativo del mio Vacheron Constantin, del quale invio una foto. È un ultrapiatto automatico con cassa in oro.
Emilio Basile - emilio.basile.68@alice.it

Il suo è un orologio moderno, la cui firma è garanzia di ottima qualità. La valutazione si attesta intorno a 4.000 euro.

ANGELUS E BULOVA
Recentemente ho acquistato due orologi, di cui vorrei conoscere il valore di mercato. Il primo è un Angelus, forse risalente agli anni '60; l'altro è un Bulova Accutron del 1962, con cassa e quadrante d'oro massiccio 18 carati.
Fausto - faus77@libero.it
L'Angelus è un cronografo degli anni '40, da quanto possiamo vedere con cassa piuttosto usurata. Il Bulova Accutron risale invece agli anni '60. La valutazione commerciale è di circa 600 euro per il primo e di 800 euro per il secondo.
GIRARD-PERREGAUX
Alla fine del 2004 ho acquistato un orologio Girard-Perregaux con scatola e garanzia da una società che, per parte sua, garantiva lo stesso oggetto per sei mesi. In seguito mi sono accorto di aver acquistato un modello "difettato", ossia con i numeri posizionati in maniera errata sui rispettivi indici. Oggi, a distanza di tempo, mi chiedo se questo, più che un difetto, possa essere ritenuto un valore aggiunto! Mi interessa la vostra opinione in merito.
domenicoarchalba@interfree.it
Non è chiaro chi sia stato il suo venditore, e comunque il punto di partenza è sempre lo stesso: l'originalità del pezzo! Se si trattasse di un esemplare originale, il difetto del quadrante potrebbe risultare, se non proprio un valore aggiunto, almeno una curiosità. Al suo posto noi ci rivolgeremmo alla Girard-Perregaux per capire l'origine e l'entità del difetto (è solo sul suo esemplare o su tutta la serie?) ed eventualmente per correggerlo!
DUE OROLOGI DELL'INIZIO DEL NOVECENTO
Sono in possesso di due orologi, dei quali vorrei conoscere il valore commerciale, anche per capire se vale la pena farli riparare.
galeottighigo@fastwebnet.it
La monachina risale ai primi del Novecento; la cassa dovrebbe essere in argento e la valutazione oscilla intorno a 150 euro. L'altro è un Hebdomas del 1910 circa, a otto giorni di carica, valutabile intorno a 250 euro.
OROLOGIO DEGLI ANNI CINQUANTA
Sono venuto in possesso di un orologio "Bravingtons Wetrista". Gradirei sapere di che marca si tratta e che valore potrebbe avere.
Carlo Arancio - carloarancio@tiscali.it
La marca non ci è nota, ma l'orologio dovrebbe appartenere a una produzione degli anni '50, con cassa a vite. La valutazione è senz'altro modesta: circa 100 euro.
CRONOGRAFO HUBLOT
Sarei interessato alla valutazione e alla vendita di un orologio Hublot, mai usato, inciso sul retro.
Nicola Mian - nicolamian@hotmail.com
Il suo è un cronografo Hublot contemporaneo, e, come tale, valutabile più come "usato" che come oggetto da collezione. Mediamente la quotazione si attesta intorno a 1.500-1.800 euro.
OMEGA CONSTELLATION IN ORO
Possiedo un Omega Constellation automatico con datario, cassa e bracciale in oro, anno 1970. Desidererei sapere dove posso trovare un'indicazione sul suo valore.
Franco Bender - franco.bender@gmail.com
Mediamente - prima dell'asta Omegamania - un modello come il suo, un Constellation del 1970 in oro con bracciale integrato, raggiungeva quotazioni di circa 2.500 euro. Ma a Ginevra è stata raggiunta una quotazione eccezionale di circa 4.000 euro (6.490 franchi svizzeri, compresi i diritti d'asta)!
WALTHAM
Vorrei conoscere la valutazione di un orologio Waltham degli anni '60 con cassa laminata in oro di 18 millimetri, quadrante a scomparsa e movimento meccanico a carica manuale. È funzionante e in ottime condizioni estetiche.
Giuliana Moroni - giuly2210@msn.com
Concordiamo con la datazione del suo orologio, la cui valutazione, però, non può essere elevata: essendo laminato, infatti, più che alla gioielleria può essere ricondotto alla bigiotteria; con molta probabilità anche le perle non saranno, dunque, di prima qualità, ma adeguate al livello dell'oggetto. Fatte queste valutazioni, possiamo indicare un valore di massima oscillante tra 300 e 500 euro.
Waltham.
     
   
Waltham quadrante nascosto.    
CRONOMETRO OMEGA
Sarei felice di avere una vostra valutazione di un cronometro Omega, di cui allego una foto. È perfettamente funzionante e in buono stato, con scatola originale anche se non in buone condizioni. Risale agli anni Settanta.
Caterina Mensi - cate78@hotmail.com
Sicuramente il suo è un oggetto interessante, con un'intuibile storia di strumento di cronometraggio per gare o manifestazione sportive. Ottima anche la firma. Ma non si tratta di un oggetto raro, e il suo uso è ovviamente limitato; conseguentemente la sua valutazione si mantiene bassa: circa 350-400 euro.
Cronometro Omega.
OROLOGIO BERGEON
Vorrei conoscere, se possibile, il valore di un orologio da tasca in argento con corona d'oro. È marcato "Bergeon Le Locle": da quanto ho potuto sapere, si tratta di una Casa tuttora esistente, che fabbrica utensili di alta precisione per orologi e gioielli.
Luigi Galante - galant.luigi@tiscali.it
Il suo è un grazioso orologio dell'inizio del Novecento, la cui valutazione si attesta intorno a 200 euro. Per quanto riguarda il suo costruttore, possiamo aggiungere alle notizie in suo possesso che si tratta di una Casa molto antica, le cui origini risalgono alla fine del Settecento, e specificamente all'attività di vendita di utensili per l'orologeria da parte di Frédéric Faure; l'attività fu poi portata avanti dai suoi discendenti, fino a passare a Jules Bergeon, con conseguente cambiamento della ragione sociale.
Orologio Bergeon.
OMEGA SEAMASTER PROFESSIONAL 600M
Ho ereditato questo orologio, sebbene io non ami particolarmente gli orologi. È in cattive condizioni e non funzionante. Si potrà restaurare? Dove? E quale può essere la sua valutazione?
Lino Gandolfo - 12arte12@libero.it
L'orologio di cui lei è venuto in possesso è un noto e importante modello di Omega: esattamente un Seamaster Professional 600M, cosiddetto "Ploprof", in produzione dal 1970 (si tratta della seconda generazione di tale modello, sul cui quadrante si legge la doppia indicazione dell'impermeabilità garantita: 600m/2000ft). Senza arrivare alle quotazioni straordinarie della recente vendita tematica Omegamania organizzata da Antiquorum a Ginevra, nella quale un esemplare della stessa referenza ha sfiorato quota 11.000 euro, la valutazione corrente si attesterebbe almeno intorno a 5.000 euro: pensiamo che ci siano i presupposti per portare l'orologio in un centro di assistenza Omega e richiedere un preventivo per il suo restauro!
Omega Seamaster Professional 600M.
SEIKO ANNI SETTANTA
Vorrei sapere se il mio orologio ha qualche valore. Ne allego una foto.
Riky Bisio - rikybisio@tele2.it
Il tipico design anni '70 rende il suo orologio interessante per un certa tendenza attuale del collezionismo di orologi da polso, anche se il marchio Seiko non è tra i favoriti di questo pubblico. Ciò non vuole dire che per il futuro siano da escludere in assoluto delle sorprese al riguardo; al momento, comunque, la valutazione si ferma a 200 euro.
Seiko anni '70.
CARTIER CRASH WATCH
Ho ereditato da poco un Cartier modello Crash Watch degli anni '90, con cassa in oro giallo e movimento meccanico a carica manuale. Misura 39 x 19 millimetri e sul retro è marcato Cartier Paris 113/91.
Luca Vaghi - info@elnegher.com
Il suo è uno dei modelli più originali e trasgressivi di Cartier, creato originariamente negli anni '60 dal designer della Maison Rupert Emerson. Un secondo lancio si ebbe nel 1991, naturalmente in serie limitata: è a questa serie che appartiene il suo esemplare, la cui quotazione nelle aste internazionali si attesta attualmente intorno a 15-18.000 euro.
Cartier Crash Watch..
OMEGA SEAMASTER
Vorrei sapere cosa pensate di questo Omega Seamaster con lancette in oro. Mi dicono che risale al 1957 ed è in ottime condizioni.
Fabrizio - fabrixg@gmail.com
L'immagine non è, purtroppo, sufficiente per una valutazione corretta dell'orologio. Da quanto possiamo vedere, dovrebbe trattarsi di un Seamaster 120 del 1970 circa, sebbene il quadrante ci faccia pensare ai Constellation della fine degli anni '50; abbiamo qualche dubbio anche sulla corona, che, però, non è ben visibile nella foto. In ogni caso, se si trattasse di un Seamaster originale degli anni '70 con cassa in acciaio, avrebbe una valutazione di circa 600 euro.
Omega Seamaster.
ENICAR E PHILIP WATCH
Vorrei conoscere il valore economico di due orologi che rappresentano per me ricordi di famiglia: un Philip Watch d'oro con cinturino in pelle e un Enicar.
Stefano Barone - studiostefanobarone@libero.it
Entrambi i suoi orologi dovrebbero risalire agli anni '60. Diversa la valutazione, soprattutto per il materiale della cassa: 100 euro per l'Enicar e 300 euro per il Philip Watch.
TRE OROLOGI DEGLI ANNI CINQUANTA-SESSANTA
Possiedo una piccola collezione di orologi che sottopongo alla vostra attenzione. Dell'Exa in oro so che monta il movimento Landeron 54; non sono invece riuscito a individuare il movimento del Cadola, anch'esso in oro; riguardo allo svegliarino, il movimento è un Langendorf 1241, ma la presenza sul ponte della sigla AXZ fa pensare che sia di derivazione Benrus: voi cosa ne pensate?
Luigi Gori - Milano
L'Exa è un cronografo degli anni '50, la cui cassa dovrebbe essere molto leggera; contenuta la valutazione: circa 500 euro. Risale agli anni '60 il Cadola, anch'esso di valutazione modesta: circa 200 euro. Infine c'è lo svegliarino Larex-Fon, riguardo al cui movimento non abbiamo elementi sufficienti per risalire all'origine; ci accontentiamo di sapere che è un calibro Langendorf, risalente alla nota casa Lanco; per ciò che riguarda la valutazione, se la cassa è d'oro, ci attestiamo intorno a 7-800 euro.
Exa.
     
 
Cadola.    
     
   
Larex-fon.